Videoarte e Installazioni

La poetica di videoarte e installazioni dell’artista Filippo Papa si basa sulla ricerca di nuove visioni urbane, architettoniche e tematiche sociali.

La video installazione “Metamorfosi del fotogramma” composta da pannelli di forme progressive in grandezza e dal video “5885” . I pannelli diventano delle porte che si fondono con la proiezione conferendo tridimensionalità ed illusioni ottiche.

L’installazione “La morte di Venere” rappresenta un simbolo contro la violenza sulle donne. L’immagine iconografica della “Venere del Botticelli” in questo caso è frutto della commercializzazione essendo una statua in gesso che viene spezzata diventando da ” Nascita” a “Morte” di Venere. L’installazione è completa con un trittico fotografico che raffigura la stessa scultura.

 “L’anima dei Luoghi” è  un video dove è rappresentata l’essenza delle forme architettoniche esclusivamente siciliane esaltate  grazie al bianco e nero e alle inquadrature inedite. Questo video diventa   installazione presso “La Cappella Bonajuto” di Catania in cui le forme dell’architettura si fondono letteralmente con la nuda pietra della storica cappella.

Nel 2017 realizza il video “Live architecture 52”  frutto del lavoro video/performativo  spiegato nella sezione “Performance”. Cinque anni dopo nel 2021 Papa realizza il suo ultimo videoarte dal titolo “Extent” un’evoluzione espressiva dove il corpo si unisce all’architettura.

EN IT
error: Filippo Papa - All rights reserved - © copyright