Photography

La poetica fotografica dell’artista Filippo Papa si basa sulla ricerca dell’anima delle forme e dell’essenza stessa delle cose. Lui stesso la definisce una “geometria dell’essere”. Principalmente la sua fotografia è in bianco e nero, tecnicamente caratterizzata dai forti contrasti accentuati attraverso la post produzione digitale. Infatti Papa afferma di utilizzare la post produzione come se dipingesse su una tela.

L’ esaltazione dei forti contrasti ha come soggetto principale l’elemento architettonico ma non solo, infatti a partire dalla sua prima mostra personale “Treanime” del 2012 Papa analizza anche la natura, il paesaggio e la spiritualità. La svolta espressiva arriva con la personale  “Archai” nel 2016, perché Papa indaga l’anima dei luoghi. Vi è un cambio stilistico nella ricerca del soggetto volto all’astrazione delle forme. Questa ricerca specifica si evolve e continua nelle personali successive come “Il Canto della Pietra” e “Contrasto & Contesto”. L’artista non abbandona natura e  spiritualità  e le esalta nei progetti “Aqua” e “Aqua: God and man”.

La sua ricerca sull’architettura continua ma il poliedrico Papa sperimenta anche la foto/performance dove egli stesso diventa il soggetto fotografato.  La “forza del corpo” è protagonista, con rimandi all’arte classica che danno vita ai progetti  “Khaos” e “In the room”. Papa intraprende un nuovo importante percorso espressivo. Le sue foto/performative vengono presentate al pubblico in varie mostre internazionali come “Pathos/Mathos” del 2021.

EN IT
error: Filippo Papa - All rights reserved - © copyright